Diventa nostro amico
Facebook
Scrivici
Scrivici
Cerca nel sito
Cerca
Iscrizione
Iscrizione
IL CAVALIERE GIALLO
il cavaliere giallo > Notizie > Letture Amene sotto il berceau 2014

Letture Amene sotto il berceau 2014

Novità interessanti per gli appassionati lettori bergamaschi: quest'anno Letture Amene sotto il berceau, rassegna letteraria giunta alla nona edizione, avrà un calendario ancora più nutrito.

In controtendenza a quanto avviene nel "settore cultura" in tempo di crisi e di tagli, gli appuntamenti aumentano e si comincia il 27 maggio.

Più appuntamenti e con autori di spessore nazionale.

Il nutrito e vario calendario 2014 si snoda ogni martedì alle ore 18 (in caso di pioggia nella sala studio di via Salvecchio) dal 27 maggio al 17 luglio.

Dei nove incontri in programma ben quattro saranno replicati in carcere, continuando in tal modo una collaborazione con i dirigenti carcerari, volta al recupero dei detenuti. Per sottolineare il rapporto collaborativo con la casa circondariale si inizia il 27 maggio con la presentazione del libro Cartoline dal carcere, Edizioni Gruppo Aeper, 2013 scritto dai carcerati e curato da Adriana Lorenzi e Catia Ortolani: lo coordinerà Paolo Doni, giornalista.

Dopo l’incipit un po’ casalingo, il 3 giugno si va tutti a Napoli con una guida d’eccezione, lo scrittore Maurizio De Giovanni, inventore del commissario Ricciardi, protagonista di una serie di romanzi gialli ambientati negli anni ’30, di cui De Giovanni fa una precisa e personale ricostruzione storica. Nel 2012 nasce dalla sua fantasia il personaggio dell’ispettore Lojacono, protagonista de I bastardi di Pizzofalcone, Einaudi, 2013. Certo Maurizio De Giovanni entra nella categoria “giallisti” ma, come ogni classificazione, la sua collocazione è in parte impropria perché i suoi personaggi sono dei detective, profondi conoscitori del nero ventre di Napoli. Lo scrittore ci racconterà in modo impareggiabile la sua città attraverso un suo nuovo personaggio, Gelsomina Settembre, protagonista del racconto Un giorno di Settembre a Natale che fa parte di Regalo di Natale, una raccolta di sei gialli sul tema del Natale e del regalo.

Gli autori invitati provengono da diverse regioni d’Italia: dalla Sardegna, Marcello Fois, che ritorna a Bergamo il 18 giugno con il suo nuovo libro L’importanza dei luoghi comuni (Einaudi), dopo averci conquistati lo scorso anno con il suo interessante e appassionato excursus sulla letteratura di cui fa parte a pieno titolo il suo romanzo Nel tempo di mezzo che quest’anno sarà presentato in carcere. Da Roma viene (24 giugno) Rosella Postorino, che non conosciamo, ma desideriamo conoscere perché il suo libro, Il corpo docile, ci narra in toni aspri, asciutti, forti l’esperienza di Milena, nata in carcere. Il romanzo disvela al lettore il mondo dei reclusi, spesso dimenticato. Vista la tematica, il libro sarà presentato alle detenute.

Da Palermo ritorna il 1 luglio Santo Piazzese, scrittore affezionato a Bergamo, città in cui ha vinto il Premio Nazionale di Narrativa Bergamo nel 2003 con il Soffio della valanga, un giallo atipico, che vede la Marca, protagonista dei primi due romanzi, affiancare il commissario Vittorio Spotorno nelle indagini. Già in questo libro inizia una recherche dei tempi e luoghi dell’infanzia comuni al commissario e alla vittima Rosario; e continua nel libro Blues di mezz’autunno, sempre edito da Sellerio. La sonata romanzesca ha appunto il tono malinconico di un blues, reso ancora più evidente dalla consapevolezza vissuta da entrambi i protagonisti di essere entrati nell’autunno della vita. Santo Piazzese andrà in carcere per presentare il suo libro Soffio della valanga, Sellerio, 2002, che anche a numerosi fan bergamaschi farà sicuramente piacere rileggere. Un ritorno chiuderà il 17 luglio le ospitalità delle “Letture Amene 2014”; si tratta di Eraldo Affinati che parlerà ai suoi numerosi lettori, con la passione che ben gli riconosciamo, del cammino difficile, sorprendente e anche comico dei ripetenti, studenti demotivati che si chiudono nella loro corazza per parare i colpi della vita. Grazie alla sua umanità, al suo fervore didattico, Eraldo riesce ad aprire un pertugio da cui fare entrare aria fresca nella vita di Pinuccio, uno dei ripetenti, che si distrae, balbetta, scappa, farfuglia, accusa tutti noi per averlo abbandonato nell’intrico della vita da cui, da solo, non riesce a liberarsi.

Eraldo sarà ospite del carcere in cui verrà commentato il suo libro La città dei ragazzi, Mondadori, 2008.

Per completare il calendario 2014 mancano due incontri: quello dell’8 luglio, dedicato ad Albert Camus di cui si ricorda il 101° anniversario della nascita. Titolo della conversazione: “Albert Camus, scrittore di rivolta e di compassione” durante la quale Alberto Castoldi e Mimma Forlani metteranno in luce, grazie alle lettura di testi pressoché sconosciuti, alcuni lati rimasti in ombra della sua immensa personalità umana ed artistica.

La nona edizione delle Letture Amene ha nella presentazione del libro di Benedetta Tobagi (10 giugno), Una stella incoronata di buio, il suo acme, sia per l’argomento trattato: la strage di Piazza della Loggia di cui quest’anno ricorre il quarantesimo, sia per la tensione appassionata con la quale il libro è stato scritto. Benedetta Tobagi, anche lei una vittima del terrorismo, si pone a fianco delle vittime nella ricerca della verità, che sembra sempre sul punto di essere rivelata dai numerosi processi, e che poi sfugge ogni volta di mano. Nel chiostro del Seminarino Benedetta Tobagi e Manlio Milani che perse la moglie Livia nell’attentato ed ora è presidente dell’Associazione famigliari Vittime della Strage di Piazza della Loggia,  percorreranno insieme il lungo itinerario di sofferenza, sconforto e coraggio, che ha accompagnato per quarant’anni i tentativi giudiziari  per dipanare i fili di una tragedia senza fine, perché i colpevoli non sono stati assicurati alla giustizia. Grazie alla forza dei modi linguistici e del gergo degli anni Settanta, fatti rivivere con precisione dalla sua scrittura, Benedetta coinvolge ed appassiona il lettore, che ha modo di rivivere una della stagioni più buie della storia italiana della seconda metà del XX secolo. Per sottolineare il valore civile oltre che letterario del libro, l’incontro con Benedetta Tobagi è programmato alle 20,30 nel chiostro del Seminarino il 10 giugno.


Pubblicata luned́ 26 maggio 2014