Diventa nostro amico
Facebook
Scrivici
Scrivici
Cerca nel sito
Cerca
Iscrizione
Iscrizione
IL CAVALIERE GIALLO
il cavaliere giallo > Notizie > Seminarino: radici e germogli

Seminarino: radici e germogli

Conferenza stampa presentazione

Seminarino: radici e germogli lunedì 4 giugno, ore 11.30, presso il Centro comunitario della Cattedrale - passaggio Ca' Longa - Bergamo alta.

Corridoio di collegamento tra via Lupo e  piazza Vecchia.

Il Presidente dell’Associazione Il Cavaliere Giallo – Amici delle Arti Dario Guerini e il presidente dell’Unione ex alunni Seminarino Sergio Beretta hanno il piacere di invitare la S.V. alla conferenza stampa di presentazione della mostra Seminarino: radici e germogli.

Sono stati invitati ad intervenire

  • il Parroco della Cattedrale Mons.Giuseppe Sala
  • il Direttore del Seminarino Don Francesco Bigatti.

clicca qui per scaricare l'invito

La Mostra

Seminarino: radici e germogli

E’ un’occasione unica per la città quella di conoscere, dal 10 giugno al 1 luglio, una parte fondamentale della storia di Bergamo grazie alla mostra fotografica Seminarino: radici e germogli organizzata presso lo spazio espositivo della Porta S.Agostino.

L’Unione ex alunni e amici del Seminarino di Bergamo alta in collaborazione con Il Cavaliere Giallo promuove e organizza infatti una mostra fotografica sullo storico complesso di Bergamo Alta, da sempre sede dell’omonimo oratorio, il più antico della diocesi, e sede distaccata dell’Università, al fine di divulgarne la conoscenza e valorizzarne le potenzialità anche come postazione per iniziative artistiche e culturali e come sede congressuale.

Curatore dell’evento è Dario Guerini, appassionato ed esperto fotografo.                                       

La mostra rappresenterà il primo incontro ufficiale, sul piano espositivo-fotografico, dell’Istituzione con la cittadinanza, richiamando per altro le sue origini storiche quale sede del primo Seminario diocesano al tempo di san Carlo Borromeo e delle prime scuole operaie serali in Italia ed in Europa di cui pure san Giovanni Bosco se ne interessò personalmente.

Può definirsi l’evento una “novità antica” dentro le Mura

Progetto fotografico

Dario Guerini

La fotografia possiede un potere nel contempo evocativo e suggestivo. Celebrare e raccontare con le immagini il  Seminarino comporta la necessità di sfruttare entrambe queste attitudini. Da una parte una storia lunga 500 anni e ricca di protagonisti grandi e piccoli, di spazi monumentali, di traguardi importanti per la società religiosa e civile della nostra comunità. Dall’altra un’istituzione dinamica e aperta alla città, ancora piena di energia e di futuro. Un sogno realizzato che continua  il suo viaggio nel tempo con il volto dei tanti ragazzi e ragazze che lì trascorrono i loro momenti di formazione, di preghiera, di giochi, di cultura, i loro momenti di vita. Questi ragazzi saranno gli ex alunni e gli amici del Seminarino di domani, con il compito di sostenerne la crescita, in uno scambio continuo di testimone.   

Obbedendo più al potere suggestivo che a quello celebrativo, le 100 immagini esposte e le 170 immagini musicate e proiettate hanno privilegiato questo secondo aspetto, raccontando i protagonisti di oggi e di domani attraverso le loro espressioni e le loro attività.  Con la splendida scenografia del Chiostro secentesco, che funge da cornice solida e rassicurante, ripreso da inediti punti di vista che ne esaltano ed espandono le forme e le linee prospettiche, a significare il perenne processo di adeguamento e rinnovamento cui la comunità del Seminarino sarà sottoposta nei prossimi… cinquecento anni.

Seminarino: radici e germogli

in mostra le storie di piccoli e grandi protagonisti

Informazioni

Dal 10 giugno al 1° luglio 2012

Inaugurazione - 9 giugno 2012, ore 18

Giorni e orari di apertura: venerdì, 15/19; sabato e domenica, 10/13 e 15/19.

 


Pubblicata luned́ 28 maggio 2012