Diventa nostro amico
Facebook
Scrivici
Scrivici
Cerca nel sito
Cerca
Iscrizione
Iscrizione
IL CAVALIERE GIALLO
il cavaliere giallo > Notizie > i Cavalieri a Venezia

i Cavalieri a Venezia

Arte, architettura, spirito e divertimento è iniziato con le mitiche torte di Clara Baleri il viaggio verso Venezia e la Biennale di architettura, sabato 27 ottobre, per i Cavalieri.

Ad attenderci un motoscafo privato per portarci direttamente ai Giardini e nel cuore della proposta artistica di questa Biennale intitolata Common Ground (terreno comune). La denominazione è una dichiarazione d’intenti, alla base dell’iniziativa (fino al 25 novembre) vi è infatti la volontà di riaffermare la cultura “del costruire” senza Archistars, orientata soprattutto alla progettazione di manufatti ecosostenibili, dove il rispetto della natura e l’integrazione in essa diventi componente essenziale e determinante per le scelte progettuali.

Quest’anno avevamo a disposizione una sola giornata e abbiamo dunque scelto di programmare la visita ai padiglioni nazionali, a pochi…..ma buoni, soffermandoci guidati dall’insostituibile Ferdi Baleri. Abbiamo visitato tutti i Padiglioni delle nazioni nordiche (le più attente e orientate storicamente ai “valori” della eco sostenibilità) Danimarca, Groenlandia, Svezia, Norvegia; poi oltre al Padiglione Centrale che rappresenta la Biennale abbiamo visitato gli importanti padiglioni di Usa e Russia; abbiamo inoltre apprezzato e condiviso con la Giuria della Biennale il padiglione del Giappone (Leone d’Oro).

Dopo pranzo visita dettagliata all’Arsenale con Istallazioni e Progetti pervenuti su invito del Direttore della Biennale David Chipperfield (grandissimo architetto inglese). La proposta qui è stata decisamente meno tecnica, ma allo stesso tempo decisamente interessante e artisticamente stimolante.

Gran finale al Padiglione Italia con la grande istallazione nel giardino di Michelangelo Pistoletto (vedi foto).

Ritorno in motoscafo, cena a base di pesce,, al Ristorante Slow Food “I Mitraglieri” sulla Riviera del Brenta per un finale che ha chiuso il cerchio di arte, architettura, spirito e divertimento.


Pubblicata sabato 03 novembre 2012